un pipistrello per amico

Si è svolta la sera del 6 agosto presso l'area Piccoli della Versiliana (Marina di Pietrasanta) la manifestazione sui pipistrelli curata da Paolo Agnelli, chirotterologo del Museo di storia naturale di Firenze, sezione di zoologia La Specola, assistito dagli educatori dell’Ecc  di Unicoop Tirreno, con le hostess della Juice e la sovrintendenza organizzativa e artistica del direttore Pasquini de la Versiliana dei piccoli.

Qualche numero: c’erano almeno 80 persone fra adulti e bambini che, dopo aver partecipato ai laboratori nella struttura allestita nella antica segheria, sono stati accolti nell’anfiteatro loro dedicato e hanno potuto assistere alla presentazione del progetto condito dalla sagace verve di Agnelli e da filmati di pipistrelli delle specie autoctone.

Quelle stesse specie che poi Agnelli ha guidato a “vedere”, dopo il tramonto nel cuore del bosco della Versiliana, con l'aiuto del bat detector.

Tante domande, tanta curiosità, tanta partecipazione… Un successo come al solito travolgente e incoraggiante.

Un pipistrello per amico

Il 1° agosto avrà luogo “Pipistrelli: per conoscerli, amarli e rispettarli”. È la bat night, a ingresso libero, organizzata presso la cooperativa sociale Parsec, nella Riserva naturale della Marcigliana, in via della Marcigliana 532 a Roma. Si giova della collaborazione con l’Ente regionale RomaNatura e Tutela Pipistrelli, associazione di volontariato onlus.

Ecco il programma:

ore 18.30, appuntamento presso la Cooperativa sociale Parsec e presentazione del progetto di salvaguardia e recupero dei pipistrelli debilitati che ha visto la realizzazione di una voliera per la loro riabilitazione. La voliera è stata realizzata nell’ambito di un protocollo d'intesa tra Parsec, Tutela Pipistrelli e RomaNatura.

Ore 19, installazione esterna di una bat box, donata alla Parsec dall’associazione Tutela Pipistrelli. Vivremo l’emozione della liberazione in natura di pipistrelli provenienti dal Centro di recupero della fauna selvatica gestito dalla Lipu di Roma.

insetticidi di sintesi

Lo scorso venerdì 7 marzo, presso la sede centrale del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), ha avuto luogo una tavola rotonda su “Insetticidi: loro applicazione ed effetti in aree antropizzate”. Sono stati messi a disposizione di stampa e pubblico i dati sull’impatto (sulla salute umana e animale e sulla biodiversità) dei prodotti di sintesi (insetticidi) normalmente usati per liberarsi di insetti di vario tipo.

È stato realizzato uno studio interdisciplinare, Impatto sugli ecosistemi e sugli esseri viventi delle sostanze sintetiche utilizzate nella profilassi antizanzara, a cura di studiosi di varie università italiane; fra i promotori più attivi, segnaliamo il Museo di storia naturale di Firenze, sezione di zoologia La Specola.

L’immissione di questi prodotti in massicce quantità, in ambienti pubblici e privati, è responsabile di uno stato di contaminazione generalizzato del territorio sia nelle zone urbane, che in quelle agricole, che ha raggiunto un livello tale da determinare effetti negativi sugli ecosistemi e sulla salute umana.

un pipistrello per amico

Da un articolo di Silvia Amodio, comparso sull'Informatore n. 7/8 di Unicoop Firenze, apprendiamo che la bat box è stata inserita nell’iniziativa fotografica “Sguardi rivelatori”, nell’ambito del “Photofestival” svoltosi a Milano nel giugno 2014: 20 oggetti selezionati sono stati affidati ad altrettanti fotografi che li hanno interpretati. Ecco l’opinione di Michela Bernasconi, giovane autrice milanese, cui è toccata la bat box. «Ho sempre amato i pipistrelli e per me è stato un piacere accettare questa sfida, anche se all’inizio ero un po’ preoccupata. Non sapevo bene come rendere accattivante un oggetto che ha una funzione bellissima ma che non ha nulla di particolare, fotograficamente parlando…

Un pipistrello per amico

Come preannunciato, nell'ambito di una "Versiliana dei piccoli" più ricca che mai, arrivano i pipistrelli! Realizzato da Unicoop Tirreno, in collaborazione con con l’Università e il Museo di storia naturale di Firenze, dal 1° al 15 di agosto, sarà installata una “casa del pipistrello” dove i bambini a partire dalle 17 potranno scoprire la vita dei chirotteri, abilissimi cacciatori di insetti e creature che hanno un ruolo fondamentale per il funzionamento del nostro ecosistema. Su questa tematica, si alterneranno giorni di animazione a giorni dedicati al disegno e alla pittura sugli unici mammiferi in grado di volare.

Serata clou il 6 agosto con la "Bat serata"! Alle 19 si terrà l’incontro con Paolo Agnelli, responsabile del gruppo di studio sui chirotteri del Museo di Firenze: i bambini saranno invitati a ricercare con i “bat detector” i pipistrelli presenti nel parco della Versiliana.

Intervenite numerosi!

Pagine